L’uso di un laserscanner permette di rilevare un oggetto architettonico anche notevolmente complesso in tutte le sue componenti

La scansione non discrimina tra oggetti, acquisisce la complessità degli elementi presenti.

Maggiore e più accorati sono i posizionamenti dei punti di stazione minori saranno gli “angoli morti” non rilevati. La generazione di un modello digitale permette di avere tutte queste informazioni disponibili come base documentale.

La precisione di rilievo raggiungibile sezionando una nuvola di punti risulta impensabile con i metodi tradizionali.

In un rilievo tradizionale già sul campo si deve ragionare su quale sarà il risultato che si vuole raggiungere

  • generazione di piante
  • generazione di sezioni
  • ricavare uno spessore
  • ricavare un dislivello

Avendo acquisito una nuvola di punti tutte queste necessità possono essere pensate in fase di progettazione

Il posizionamento di piani di sezione per ricavare piante, sezioni, piani quotati, prospetti dislivelli è del tutto indipendente da quanto pensato in fase di rilievo.

Un modello tridimensionale con definizione millimetrica permette di ricavare informazioni altrimenti quasi impossibili da determinare con un rilievo tradizionale.

La disponibilità del dato digitale (ovvero la nuvola di punti) permette di generare informazioni del tutto personalizzate.