Architettura

L’applicazione nel campo architettonico permette di rilevare edifici nella loro singolarità piuttosto che nella loro aggregazione con altri edifici

Il posizionamento delle stazioni di scansione sia esterne che interne permette di ricavare

  • spessori di muri
  • posizionamento di solai
  • andamento di falde inclinate
  • distribuzione di ambienti

Nel rilevo di esterni, la possibilità di accoppiare al dato rilevato con scanner 3D il dato rilevato con drone ed elaborato attraverso la restituzione fotogrammetrica permette di ricavare planivolumetrici di

  • interi edifici
  • quartieri
  • paesi

La potenzialità è infinita, l’unico limite è la necessità contingente

Topografia e Territorio

L’applicazione nel campo territoriale permette di rilevare

  • andamento di terreni
  • fronti rocciosi
  • cave
  • fronti franosi

Accoppiando il dato da scanner 3D al dato fotogrammetrico desunto da immagini riprese con drone permette di tracciare

  • andamento di strade
  • andamento di corsi d’acqua
  • sviluppo di insediamenti abitati

L’elaborazione software permette di ricavare

  • planimetrie misurabili
  • curve di livello
  • tracciati
  • immagini planari

Rilievo Siti Industriali

L’applicazione nel campo industriale consente di acquisire quanto presente nel reale in tutta la sua complessità

  • edificio
  • macchinari
  • allestimenti tecnologici
  • allestimenti impiantistici

Col dato acquisito in fase di restituzione sarà possibile attuare le scelte necessarie per una restituzione

  • bidimensionale
  • tridimensionale
  • BIM
  • Documentazione a corredo della manutenzione
  • base di calcolo per progettazione
  • valutazioni di interferenze su nuova progettazione

Rilievo interni

L’applicazione nel campo del rilievo di interni non ha limiti dimensionali. La generazione di un modello digitale dell’immobile reale permette di avere a disposizione tutte le informazioni necessarie per partire con una progettazione

  • bidimensionale
  • tridimensionale
  • BIM
  • inserimento di nuova progettazione in contesti consolidati

Restauro

L’acquisizione di un modello scanner 3D correlato ad una campionatura fotografica di precisione con apparecchio reflex a definizione elevata permette di definire superfici nel dettaglio. La generazione di ortofoto restituisce rilievi materici particolarmente accurati

Avendo a disposizione il modello digitalizzato del manufatto o complesso monumentale è possibile inoltre poter accoppiare qualsiasi dato acquisito per l’indagine diagnostica specifica parametrizzandolo alle superfici e/o volumi rilevati per una visione d’insieme.

Poter valutare un modello tridimensionale con precisione accurata, nell’ordine del millimetro, di agglomerati complessi, avendo riscontro geometrico sull’insieme, permette di ricavare dati altrimenti lasciati alla presunzione in un rilievo tradizionale

Interior Design

L’acquisizione di un ambiente, di una scena, di un contesto, di un oggetto, con restituzione fotografica del modello, permette di gestire lo stesso come fosse la realtà.

La manipolazione del dato acquisito permette facilmente di arrivare ad un risultato di realtà aumentata.

Il poter, all’interno di una scena reale, rilevata e restituita tridimensionalmente quale modello, inserire un oggetto progettato e/o modificare parzialmente il modello stesso (nei colori, nelle forme, nelle dimensioni, nella distribuzione) facilita il raggiungimento e la documentazione del risultato finale che si vuole ottenere.

Geologia e Monitoraggio

Poter acquisire, attraverso scansione laser 3D, ampie aree e contesti complessi (fronti franosi, cave, interi edifici) congelando al momento del rilievo lo stato di fatto permette, attraverso il raffronto con scansioni successive in temporalità differenti, di analizzare, valutare, misurare, quantificare le differenze.

La tecnica topografica tradizionale lavora per punti creando uno scheletro rilevato.

Seppur accurato e approfondito, in un rilievo topografico (la precisione può essere maggiore) i punti “battuti” saranno comunque infinitamente inferiori rispetto ad un rilievo tridimensionale.

Poter analizzare un modello tridimensionale raffrontato allo stesso contesto rilevato in temporalità differenti, restituisce dati che altrimenti sarebbero deduttivi.

La possibilità di accoppiare e parametrizzare la scansione laser 3D ad un rilievo topografico tradizionale (scheletro di riferimento), conferisce al prodotto finale la massima precisione raggiungibile, massimizzando per entrambe le tecnologie le singole specificità.

Ingegneria e infrastrutture

La possibilità di scannerizzare tridimensionalmente strutture complesse (ponti, tralicci, viadotti, gallerie, oleodotti, dighe, vie ferrate, strutture metalliche) restituendo un modello delle stesse, permette di ottenere digitalmente, attraverso la gestione software, i dati geometrici necessari a fini di

  • documentazione
  • nuova progettazione
  • valutazione interferenze
  • indagini diagnostiche
  • basi per documentazione manutentiva

Il raffronto tra scansioni dello stesso manufatto, effettuate in temporalità differenti, consente di fare valutazioni su eventuali cambiamenti avvenuti:

  • cedimenti strutturali
  • flessioni
  • torsioni

Rilievo cave

Attraverso una scansione tridimensionale si possono ricreare modelli digitali del reale.

La valutazione metrica, raffrontando lo stesso luogo in temporalità differenti, permette di quantificare le modifiche avvenute nel lasso di tempo intercorso.

Pertanto si possono valutare volumi di scavo, di sbancamento, di riporto, di materia prima accumulata.

Tunnelling

La scansione tridimensionale di tunnel, di condotte, di cunicoli permette di restituirne un modello digitale.

Interfacciando ed allineando lo stesso con un modello che riprende il contesto circostante permette di avere dati di analisi maggiormente approfonditi che contestualizzano il manufatto nel suo insieme

Scansioni di tunneling e scansioni in superficie dell’ambito circostante accoppiate, restituiscono dati geometrici di eventuali interferenze e/o elementi in comune che uniscono, raccordano e interagiscono con i due contesti rilevati.

Linee di metropolitana possono trovare riscontri con edifici limitrofi

Cunicoli possono trovare riscontro con tombinature presenti in strada

Valutazioni di parallelismo di tunnel con elementi adiacenti.

Archeologia

La scansione tridimensionale di siti archeologici permette di ricreare in ambiente digitale la situazione presente sul campo.

Pertanto il posizionamento di reperti, la documentazione di ritrovamenti, lo studio di potenziali stati di origine sono consentiti partendo da un dato geometrico accurato con precisione millimetrica.

Accoppiando al rilievo laserscanner un rilievo fotografico (fotocamera reflex e/o drone) con restituzione fotogrammetrica si può arricchire il modello digitale con informazioni materiche.

La generazione di un modello tridimensionale permette di ricavare successivamente tutte le informazioni bidimensionali necessarie

  • planimetrie
  • sezioni
  • prospetti
  • ortofoto

Permette inoltre di ricavare modelli tridimensionali arricchiti con informazioni documentali sia per la catalogazione che per l’allestimento museale.

Tutela beni Culturali

La scansione tridimensionale mediante laserscanner di beni artistici monumentali sia per un semplice rilievo documentale che per un successivo intervento di tutela e restauro può essere accoppiata ad un rilievo fotografico (fotocamera reflex e/o drone) al fine di arricchire con informazioni materiche il modello ottenuto.

La gestione del modello tridimensionale permette di ottenere:

  • piante
  • prospetti
  • sezioni
  • ortofoto
  • tavole materiche
  • tutte geometricamente definite e vettorialmente misurabili.

Arte e Musei

La scansione laser3D di ambienti museali e opere d’arte, completata con rilievo fotografico mediante fotocamera reflex ad alta risoluzione, permette di creare modelli digitali idonei a poter documentare la realtà in un ambiente virtuale, quale può essere una presentazione televisiva o via web, piuttosto che in realtà aumentata.

Navi e yacht

La scansione laserscanner 3D permette di riprendere qualsiasi ambiente di qualsivoglia forma e dimensione.

Poter restituire un modello digitale dell’oggetto rilevato nell’ambiente navale permette di avere in ambito CAD tutti i riferimenti geometrici dello scafo, del ponte, delle stive, dei gavoni.

Poter trasferire ad un fornitore esterno informazioni al vero dell’ambiente in cui dovrà essere installata la fornitura senza che venga realizzato un sopralluogo reale permette di:

  • ridurre i costi di fornitura
  • non avere problemi di sicurezza nella cantieristica
  • avere un dato certo sia per la stazione appaltante che per il fornitore
  • avere un dato inconfutabile in caso di contestazioni su forniture errate